domenica 11 ottobre 2009

L'a(e)ssenza e il cioccolato

L'ultima volta che scrivevo nell'anteprima dei mie post ero nel mio vecchio ufficio.
Presagivo fosse l'ultimo post perchè infondo sapevo che sarei stata impegnata a cercarmi una nuova vita.
Un portone per l'esattezza...
Se l'ho travato?Se s'è aperto?
E chi lo sa.
Perchè nell'andirivieni di questo anno c'è stata così tanta vita, così tanti cambiamenti che mi hanno distolto dalla ricerca e mi hanno impegnato semplicemente a vivere.
E non vivo male.
Niente nostalgie sentimentali nel ricordo dell'odore dei cataloghi, delle code in estate e del mio parlare navigato di Londra, Lisbona, Praga...ma soprattutto niente disperazione oggi nel fare un lavoro-giocattolo che mai avrei creduto nella vita di poter fare.

Questo perchè ho capito che per quel che mi riguarda non sarà un mestiere a nobilitarmi, perchè non è là che voglio puntare...voglio puntare su di me, sulle persone che amo e su tutto ciò che mi emoziona e mi fa sentire sempre viva: le mie passioni.

E la colata di glassa al cioccolato, ve lo dico, quasi mi commuove per l'emozione :-)

Jacopo nel frattempo è cresciuto e così poco per volta mi sto riprendendo la mia vita...leggo un pò di più, fotografo un pò di più, esco un pò di più e chelodicoafare cucino un pò di più....

Oggi questo blog riapre e per l'evento ho scelto qualcosa di irresistibile...un'invenzione davvero riuscita, mi manca il nome però, che faccio improvviso?:

Finta-Sacher-Plum-al-doppio-cioccolato


Questo dolce è nato dall'unione di più ricette unite tra loro e dalla voglia di ringraziare una mai vecchia amica di scuola che non vedevo da 10 anni che ci invitava a casa sua per cena, come non omaggiarla con qualcosa di serio?
Questo dolce nonostante possa sembrare pretenzioso nell'esecuzione in realtà è facilissimo, anzi l'ho scelto proprio perchè ha una pasta base di veloce preparazione e sempre buona riuscita, una farcia velocissima e una glassa a prova di inesperto!

Come impasto base ho usato la versione della Sacher torte di Giuseppe Gagliardi rubata tra le cavolate anni fa, come suggerisce Sigrid, ripaga il prepararla un giorno prima (come tutti gli compasti in cui ci sono i frutti secchi)

le dosi eccole:

5 uova
16o gr di olio di semi di girasole
150 gr di zucchero
75 gr di farina
40 gr di cacao
20 gr di farina di mandorle
10 gr lievito per dolci
1 presa di sale

Separare i tuori dagli albumi (le uova devono essere a temperatura ambiente), e montarli (i rossi) con lo zucchero finchè il composto non diventi gonfio e spumoso.Unire gradatamente a filo l'olio.
In un coppa a parte mischiare le polveri: farina, lievito, mandorle e cacao (farina,cacao e lievito al setaccio eh...).
Montare e biachi a neve ferma e usarne una metà per "allungare" il composto tuorli+zucchero+olio girando sempre dall'alto verso il basso per non smotare gli albumi.
Unire le polveri e i restanti bianchi sempre senza smontarli.
Io con questa dose ho riempito due stampi da plum cake e li ho infornati a 170° per 20 minuti.



Una volta preparato l'impasto base, l'ho lasciato raffreddare e l'ho farcito con della semplice panna addolcita con una goccia di miele.
La glasse però è la vera figata...concedetemolo il termine, mi fa fare sempre il figurone perchè rifinisce da pasticceria

L'ho rubata sempre anni fa dai gennarini, si prepara in 2 minuti e UDITE UDITE si AUTOLIVELLA , niente spatole, niente metti qui e si stacca li, niente di niente...la si versa e si sta fermi ad osservare come lei faccia tutto il resto insinuandosi ovunque... è una GODURIA!

Le dosi eccole:

210 gr di cioccolato fondente (io ho usato uno al 50%)
165 gr di panna fresca
42 gr di burro morbido
42 gr di liquore
25 gr di miele

Nessuno s'offenda se copio e incollo il procendimento dai gennarini che è quasi mezzanotte e tra un pò vado a dormire...cito:

"Tagliare con un coltello a lama larga (come se si affettasse la cipolla) il cioccolato (in alternativa grattugiarlo, ma è più lungo...) e metterlo in una terrina.
Portare a bollore la panna con il miele e versare sul cioccolato, mescolando delicatamente fino ad ottenere una consistenza cremosa (la panna scompare, il cioccolato diventa molto lucido).
Aggiungere il burro ammorbidito e mescolare con una frusta fino al suo assorbimento completo.
Aggiungere il liquore e, sempre con la frusta, mescolare fino al completo assorbimento.
Usare (colare sul dolce da coprire). Far raffreddare (e solidificare) a temperatura ambiente per mezz'ora."

Io alla fine mi sono divertita con la glassa avanzata a fare dei ghirigori (ho usato il classico cornetto di carta forno) sulla torta fatta raffreddare qualche minuti in frigo (la glasse è una ganache, si solidifica dopo un pò...io ho riscaldato nel micro quella che mi serviva per pasticciare) e alla fine sono stata proprio soddisfatta...bella da vedere e buona da mangiare e s'è aggiudicata il premio per essere postata!

12 commenti:

  1. Bentornata Vale! Un rientro trionfante con questa fantastica torta...auguroni per la tua nuova vita.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Eccomi eccomi!!!!
    Ora sì che lo lascio il commento, altro che il post di prima!!!!
    Questo merita tutto... soprattutto perché è la tua ripresa, e sono contenta che tu l'abbia fatto, lo sai bene!!!
    E poi perché stamattina sono andata arrivata alla mia postazione di lavoro-giocattolo con l'immagine di questa torta impressa bene bene in testa e le papille gustative a collinetta. Io che non sono golosa di cioccolato!!! E questo è tutto dire!!!
    Ciao collega-camicia!!

    RispondiElimina
  3. Grazie Anna!!Passerò dalle tue parti...che è parecchio che non giro!!mi riprenderò un pò di cose perse!!!

    Sysca...il mio collo!Poi se fai la brava te la faccio assaggiare!

    RispondiElimina
  4. Un ritorno con i fiocchi, anzi... con i ghirigori!
    Bentornata e buona nuova vita!

    RispondiElimina
  5. Ciao e piacere di conoscerti! Io non posso che farti i miei auguri per tutti i cambiamenti nella tua vita e dirti che provo una grandissima invidia per la bellezza della tua torta! Me la segno, ma a me non verrà così bene! :) A presto!

    RispondiElimina
  6. Valeeeee ma che bello rileggerti,sperimo che tu ci rimanga un pò di più adesso ;-)
    Il tuo pupetto è da mangiare di baci!!
    Grazie di cuore anche da parte di tutti i miei micetti ;-))

    RispondiElimina
  7. Laura grazie d'essere passata, in un anno tra i blog è successo di tutto,ce ne sono tantissimi nuovi per me e purtroppo qualcuno in meno, anche qualcuno a cui ero affezionata!
    Grazie per i complimeti, io sono avvantaggiata nelle decorazioni...disegno da sempre e ho la mano così ferma che avrei potuto fare il chirurgo!!:-)


    Lory GRAZIE!!Sei sempre cara!In quest'anno devo dire che m'è mancato anche l'affetto che da questi parti, nell'etere, si respira...mi è mancata questa piccola e grande "famiglia"

    RispondiElimina
  8. Valina adorataaaaaaaaaaa!!!!
    Ma la mia blogroll st'infamina mica mi informava del ritorno della mia Tesora sugli schermi!! :))))
    Caaaaaaaaaari lei!! ^.^
    E poi me fai subito 'mpazzì con sto ben de Diossss... ;-DDD sai che alla cioccolata già di suo non so resistere.. ma piazzata a sto modo va beh.. deeeeeeeelirio! ^---^

    RispondiElimina
  9. Bentornata, Valentina!
    Un abbraccio,
    Alessandra

    RispondiElimina
  10. Ciao Vale, mi sa che dovrò invitarti presto a casa così mi farai assaggiare la tua torta mix tra saccher e ricetta di gennarino. Mi hai fatto venire un acquolina in bocca...Ciò che hai fatto è coraggioso. Brava Vale! Un bacione!

    RispondiElimina
  11. Ali...che bello essere di nuovo insieme da queste parti, mi ricorda un belle periodo!Devo passare da te e vedere che combini!

    Grazie Ale, per essere passata e avermi lasciato un saluto, spero che a voi vada tutto bene, un bacio alla piccola di casa!

    ANNALISA!!Bellissimo vederti qui!!Si si fammi venire a casa tua, ti porto pure il mostricciattolo però!

    RispondiElimina